20 Ottobre 2017
Notizie

Percorsi ambientali " biomonitoraggio dellozono troposferico con kit di nicotina tabacum CV. BEL-W3

05-06-2012 22:09 - Dal nostro Istituto
A Pontedera si parla di creare una coscienza ecologica, dove? Nella scuola dell´Infanzia di via Diaz del Comprensivo Pacinotti. La sezione dei 5 anni con le insegnanti Galluzzi e Orsini hanno lavorato al progetto dei Percorsi Ambientali dall´Universit di Pisa dalla Facolt di Agraria, con l´esperta dott.ssa Pellegrini Elisa.


In tale contesto, da aprile a maggio, nella sezione, stato attivato il progetto "biomonitoraggio dell´ozono con germinelli di tabacco".

Il progetto ha fatto si che la sezione composta da 28 bambini si trasformasse in un laboratorio , partendo dalla semina, il trapianto e per finire alla raccolta dei dati attraverso l´osservazione delle piccole piantine di tabacco .

Tutto in forma ludica. Anche la battaglia al Kit, trasposizione letterale della famosa battaglia navale, in quanto i bambini dovevano sapersi orientare nel kit ( che un piano cartesiano , o a dir si voglia una tabella a doppia entrata) , osservare con la lente di ingrandimento, valutare il danno sulla foglia e registrare il numero sul foglio .

Il gioco sembra semplice, e anche divertente, in quanto i bambini si son cimentati ben 2 volte in questa attivit. Ma quello che ha stupito i " grandi" il come questo i bambini siamo arrivati a capire concetti da grandi.

Le insegnati spiegano che la normale metodica della scuola dell´Infanzia: il fare per sperimentare, il bambino acquisisce attraverso pi canali sensoriali, pertanto se manipola memorizza e se l´esperienza vissuta in modo significativo il concetto rimane. Cos stato, attraverso la comprensione delle macchie delle foglie, l´attribuzione di un numero concordato, e analisi dei dati raccolti, il perch alle foglie succedeva questo cambio di colore i bambini hanno capito che la nostra aria inquinata, tanto inquinata da farci pensare a strategie per risolvere il problema.

I bambini si sono appassionati perch hanno vissuto e sperimentato in prima persona il problema. Con ci si spera di aver creato un imprinting ecologico perch le esperienze condivise e partecipate, specialmente a questa et contano pi della teoria.

Le insegnati sono state invitate a partecipare il 6 giugno alla facolt di agraria di Pisa a relazionare sull´esperienza, mentre l´8 giugno per i piccoli biomonitoratori dell´ozono riservata una festa tutta per loro a centro di San Piero a Grado al dipartimento di Agraria "Scaramuzzi" .
















[Realizzazione siti web www.sitoper.it]